Burton Step-On Splitboard

Abbiamo provato in anteprima il nuovo attacco Splitboard con tecnologia Step On

Condividi
In sintesi
Adatto a
Splitboarder alla ricerca di un sistema solido e performante
Non adatto a
Tradizionalisti del'attacco soft
Adatto anche a
Gite impegnative, traversi
L'attacco che potrebbe segnare la svolta nel mondo splitboarding soft, un prodotto che in fase di salita risolve la maggior parte dei problemi ben noti agli amanti della tavola

Mini Mountain Mash, l'evento organizzato da Burton in collaborazione con Mini a Madonna di Campiglio, oltre ad essere da anni un luogo di ritrovo per i rider di tutto il mondo e un punto di riferimento nelle competizioni internazionali, è stato anche l'occasione perfetta per testare in anteprima la grande novità del brand statunitense per il mondo splitboard.

Chi pratica assiduamente attività di risalita in ambiente alpino è ben conscio delle difficoltà legate alla poca solidità del sistema scarpone-attacco nell'attrezzatura da Split. Se paragonato ai prodotti da scialpinismo, la sensazione è quella di pellare con un topsheet scollato, che crea un gioco per nulla piacevole che rende traversi e risalita sul ripido un vero e proprio incubo. Questo accade fondamentalmente perchè, a differenza di boots rigidi e attacchi pin, dove il potenziale gioco è dato solo dalla scelta di una taglia sbagliata, la morbidezza dello scarpone da snowboard (necessaria per la fase di discesa e per il comfort), penalizza drasticamente l'utilizzo in salita. Il piede si muove dentro allo scarpone, lo scarpone dentro all'attacco con cricchetti, che per quanto tirati e stretti non potranno mai bloccarlo del tutto. Se si considera poi la larghezza degli attrezzi e lo shape completamente diverso da quello di uno sci, basta poco per capire come ogni minimo passaggio tecnico, su neve dura o ghiacciata, o semplicemente qualche inversione sul ripido, possano trasformare una piacevole gita tra amici in un girone infernale. Per diversi anni i brand del settore hanno cercato di minimizzare il problema, irrigidendo gli scarponi, modificando struttura e materiali degli attacchi, ma con pochissimo margine di miglioramento. 

Prima o poi però doveva succedere: qualcuno ha trovato quella che potrebbe sembrare una soluzione innovativa in grado di risolvere in buona parte queste criticità. Burton, a partire dalla stagione 2024/2025, propone una elaborata versione della ben nota e innovativa tecnologia Step On orientata al mondo split. Come funziona e cosa cambia rispetto al classico attacco da risalita?

Partiamo dalla base: Il sistema Step On Splitboard è costruito, come per l'attacco Hitchhiker, partendo da una base Spark Tesla T1, adattabile quindi alla maggior parte dei sistemi Pucks. Nella base è naturalmente incorporato anche l'alzatacco. Su di essa viene posizionato e integrato il sistema Step On, la tecnologia semi automatica che permette di eliminare cricchetti e strap e di velocizzare le operazioni di aggancio. Il sistema funziona in simbiosi con gli scarponi dedicati: quattro denti vanno ad infilarsi nella robusta sede ricavata nella parte bassa dei boots, mentre un gancio posteriore blocca completamente il movimento ed evita qualsiasi tipi di imprevisto. Con questa tecnologia le operazioni di aggancio e sgancio dello scarpone sono rapidissime e confortevoli, anche in situazioni non proprio comode. Infine una rotella di regolazione permette di scegliere la posizione dell'Hi-Back tra salita e ben 4 step per la discesa.

Ma cosa differenzia questo sistema dai competitors a livello di sensazioni? Semplice: immaginate di avere tutta la pianta del piede (e dello scarpone) saldamente ancorata all'attacco fin sopra alle dita, senza margine di torsione se non per il naturale movimento del piede all'interno dello scarpone. Rispetto ad un'attrezzatura classica si va ad eliminare gran parte del gioco che i normali strap non riuscivano a ridurre, aumentando stabilità e rigidità soprattutto in traverso. La differenza si sente, ed è notevole: In fase di inversioni e di risalite su pendii obliqui ripidi, sembra quasi di avere ai piedi un'attacco hard, provare per credere (se non vi fidate di noi). Rimane invece quel minimo gioco del piede dentro allo scarpone, che può però essere ridotto quasi del tutto grazie ad una precisa regolazione degli scarponi compatibili, l'azienda consiglia il modello Photon, dove tramite il doppio Boa si può trovare il miglior fit per evitare questo movimento. L'automazione e la velocità di aggancio e sgancio si trasformano in un gran vantaggio in fase di cambio assetto: le tempistiche si riducono drasticamente rispetto ad un set up classico, rendendo felici gli amici skiers che normalmente passano le ore ad aspettarvi. 

Parliamo ora della discesa, perchè un prodotto del genere potrebbe non soddisfare del tutto i puristi del classico. L'attacco Step On è solido, molto solido, tanto solido che c'è chi osa persino spararsi rotazioni esagerate da kicker enormi. Se questo non dovesse bastarvi possiamo confermarlo in prima persona, dopo due giornate passate sulla neve a tirar curve carvate e trick sui rail dell'Ursus Snowpark. L'unica differenza è in quella assenza di morbidezza in sitle easy going che rimane ad oggi destinata ai soli attacchi classici, ma alla quale ci si abitua molto velocemente considerando tutti gli innumerevoli vantaggi che questo prodotto ha da offrire. Inoltre ricordiamo che tutte le basi degli attacchi Burton godono di garanzia a vita.

Good job team!

Specifiche tecniche

Hi-Back negativo
Si
Alzatacco
si
Blocco tallone
no
Peso singolo
Na
Prezzo
550€
Caratteristiche
Rapidità di utilizzo
Rigidità Hi-back
Comfort strap
Top per
Rapidità di utilizzo
Livello tecnico consigliato
Top per
Principiante, in crescita

Il Brand

Burton
Prodotti simili
BINDING OF THE YEAR
Attacchi
Split All Mountain
Split Powder
Spark R&D
Surge ST Pro
Peso: 680 g
Attacchi
Split All Mountain
Split Powder
Nitro
Vertical
Peso: 781 g
Attacchi
Split All Mountain
Split Powder
Union
Charger
Peso: 886 g
Attacchi
Split All Mountain
Split Powder
K2
Farout
Peso: 768 g
Attacchi
Split All Mountain
Split Powder
Spark R&D
Arc ST
Peso: 656 g
Attacchi
Split All Mountain
Split Powder
Union
Charger Pro
Peso: 791 g
Scarponi
Split All Mountain
Split Powder
Burton
Hitchhiker
Peso: 788 g
Attacchi
Split All Mountain
Split Powder
Plum
Eterlou
Peso: 804 g
Scarponi
Split All Mountain
Split Powder
Deeluxe
XV
Peso: 1.302 g
Scarponi
Split All Mountain
Split Powder
K2
Aspect
Peso: N/A g
BOOT OF THE YEAR
Scarponi
Split All Mountain
Split Powder
Thirtytwo
Jones MTB Boa
Peso: 1.389 g
Scarponi
Split All Mountain
Split Powder
Burton
Photon Boa
Peso: 952 g
Scarponi
Split All Mountain
Split Powder
Nitro
Incline TLS
Peso: 1.385 g
SPLIT OF THE YEAR ALL MOUNTAIN
Tavole
Split All Mountain
Rossignol
XV Split
Peso: 3.300 g
SPLIT OF THE YEAR POWDER
Tavole
Split Powder
PLP
Raven
Peso: 3.460 g
Tavole
Split All Mountain
Burton
Family Tree Hometown Hero X Camber
Peso: 3.465 g
Tavole
Split Powder
Plum
Fario
Peso: 3.220 g
Tavole
Split All Mountain
Nidecker
Escape Split
Peso: N/A g
Tavole
Split All Mountain
Jones
Ultralight Butterfly
Peso: N/A g
Tavole
Split All Mountain
Ame
Awakn
Peso: 3.500 g
Tavole
Split All Mountain
K2
Freeloader
Peso: 3.080 g
Tavole
Split All Mountain
Borealis
Koi
Peso: 3.164 g
Tavole
Split All Mountain
Stranda
Descender Fjäderlätt
Peso: 2.790 g
Tavole
Split All Mountain
Comera
Rooster Split
Peso: 3.150 g
Tavole
Split All Mountain
Capita
Navigator
Peso: 3.020 g
Tavole
Split All Mountain
Amplid
Milligram
Peso: 2.900 g
Tavole
Split All Mountain
Borealis
Alpine Pro
Peso: 3.181 g
Tavole
Split Powder
Amplid
Kodama
Peso: 3.173 g
Tavole
Split All Mountain
Capita
Mega Split
Peso: 2.600 g
Tavole
Split All Mountain
Comera
Camos
Peso: 2.900 g
Tavole
Split All Mountain
Nitro
Vertical
Peso: 3.288 g
Piaciuto?
Condividi questo articolo
Articoli simili
Light
Spoiler
Dynafit Ridge Pro

Il nuovo scarpone con mobilità superiore in prova insieme all'omonimo attacco

Free
Spoiler
Atomic Bent Chetler 120

La famiglia Bent Chetler si rinnova: ecco a voi la nuova versione per la deep powder

Light
Spoiler
La Sportiva Kilo

Il test in anteprima del nuovo scarpone da scialpinismo Light firmato La Sportiva

Tour
Spoiler
Ski Trab Neve 104

È in arrivo lo Ski Trab più largo di sempre, naturale evoluzione delle scelte fatte un paio di stagioni fa con Neve da 93 mm al centro

Intro
L'evoluzione del mondo Splitboard

La splitboard è l’evoluzione che permette alla tavola da snowboard di riprendere contatto con le proprie origini e con il suo ambiente naturale. Niente più ciaspole o accorgimenti artigianali per raggiungere i pendii vergini da surfare. Uno dei settori in più rapida espansione ed evoluzione.

Light
Intro
Sci, scarponi e attacchi Light

L'evoluzione di un segmento che punta alla leggerezza

Intro
Attacchi da scialpinismo

Da meno di 100 grammi a quasi un chilo, il minimo comune denominatore sono i pin su cui possono ruotare gli scarponi permettendo la progressione in salita. Dalla rivoluzione dell'attacchino ai nuovi ibridi per il freeride, ecco tutto ciò che di meglio offre il mercato da montare su assi da scialpinismo.

Race
Intro
Sci, scarponi e attacchi Race

L'evoluzione nei materiali in vista delle Olimpiadi

Intro
Tutti i prodotti per l'approccio alpinistico

La parola scialpinismo si compone di sci e alpinismo. La vocazione ad andare in alto, a raggiungere le vette, le creste e i punti più spettacolari dove poi calzare gli sci talvolta non può prescindere dall'utilizzo di attrezzatura alpinistica. Una componente del set che bisogna conoscere, saper utilizzare e scegliere correttamente.

Light
Intro
Scarponi Light

Due ganci e scarpette meno spesse: obiettivo efficienza 

Race
Intro
Scarponi Race

Un rebus complicato: non sempre più peso significa migliore sciabilità in ambito Race

Tour
Intro
Sci Tour

 Sono docili, accomodanti e facili: ecco gli sci per tutti

Light
Intro
Sci Light

87/91 è la formula del divertimento: l'evoluzione del segmento

Intro
Caschi da scialpinismo

Ogni elemento è importante quando si va in montagna. Sci e scarponi sono essenziali, ma lo sono altrettanto, per questioni di comfort e di sicurezza (senza trascurare lo stile...), anche i caschi. Questa sezione vi accompagnerà nella scelta.

Tour
Spoiler
Tecnica Zero G Tour Pro

Abbiamo provato in anteprima l'attesissimo upgrade di uno degli scarponi più venduti sul mercato

Tour
Spoiler
Atomic Backland 102

La novità Atomic pensata per il freetouring leggero

Tour
Spoiler
DPS Carbon Pagoda Tour CFL 94

La storica gamma Pagoda, quella più votata allo scialpinismo della casa di Salt Lake City, si presenta completamente rinnovata nel 2024/25

Tour
Spoiler
Majesty Superpatrol Carbon

La casa polacca introduce una nuova linea in carbonio dedicata al touring tecnico

Light
Spoiler
Ski Trab Ortles Next 90

Un Ortles 90 più facile e divertente grazie alla calza di torsione in fibre di basalto e di vetro

Unisciti a noi!

Questo articolo è riservato agli utenti iscritti,

registrati grauitamente per avere accesso a questo contenuto in anteprima

Registrati

Sei già registrato? Entra